Venerdì, 18 Giugno 2021 09:32

I nostri obbiettivi nel packaging secondario: Scopri l'intervista di Smart Packaging Hub al nostro Area Sales Manager Roberto Campagnini

Baumer produce macchine confezionatrici che lavorano sia con film termoretraibile che con cartone wrap-around. "Nel confezionamento secondario è fondamentale preservare l'integrità del prodotto durante tutte le fasi di imballaggio e consentire la consegna senza difetti ai clienti finali", spiega il direttore commerciale Roberto Campagnini. "A seconda dei casi, utilizziamo: soluzioni personalizzate per evitare il danneggiamento dell'etichetta, sensori per determinare il corretto numero di prodotti nella confezione e telecamere per la tracciabilità dei singoli prodotti nelle confezioni".

"Oltre alla sicurezza e alla protezione del prodotto", aggiunge ancora Campagnini, "dobbiamo curare anche la qualità della confezione, spesso è un fattore di vendita del prodotto stesso; oggi è comune l'utilizzo di film stampati che non devono presentare deformazioni dopo la retrazione e non devono essere interessati da grinze che ne danneggerebbero l'aspetto; abbiamo quindi progettato sistemi di controllo della temperatura e dei flussi d'aria per ottenere il miglior effetto estetico possibile, oltre a raggiungere un elevato risparmio energetico. Anche nel caso di macchine con cartone wrap-around, abbiamo sviluppato soluzioni che impediscono il danneggiamento del cartone, con possibile riduzione del suo spessore o della sua consistenza, fornendo così ai clienti un notevole risparmio nel costo del materiale".

Le soluzioni Baumer ottimizzano le fasi di lavorazione e di configurazione della linea. "Il mondo delle macchine automatiche è all'avanguardia per l'utilizzo dell'elettronica e recentemente il maggior utilizzo di soluzioni di motion control ne ha aumentato la flessibilità, permettendo tempi di cambio formato rapidi e sempre più automatizzati", spiega Campagnini. "In alcune applicazioni, il sistema gestionale del cliente informa direttamente la macchina e quindi l'operatore sul nuovo formato da produrre. La macchina si adatta al nuovo formato e, quando è previsto l'intervento dell'operatore, è la macchina stessa a suggerire le operazioni e i controlli da effettuare per aumentare la sicurezza degli operatori e del processo. Abbiamo linee di confezionamento con oltre 80 formati diversi e nulla può essere lasciato al caso".

Non solo sicurezza meccanica

Baumer è fortemente impegnata a rendere i processi più sicuri. "Oltre ai sistemi di sicurezza meccanica intrinseca, negli ultimi anni l'elettronica aiuta notevolmente la manutenzione, sia quella ordinaria in base ai consumi determinati dai tempi di lavoro, sia quella predittiva, controllando i vari carichi sui motori o i segnali inviati da appositi sensori e suggerendo poi punti e tempi di intervento. Stiamo quindi raggiungendo una fase in cui è la macchina stessa a gestire la sua manutenzione. Questa può essere gestita completamente da remoto, aumentando l'efficienza di tutto il reparto manutenzione. "Questo porta", conclude Campagnini, "a tempi di fermo macchina più brevi e di conseguenza a una maggiore efficienza dell'intera linea produttiva".

News

Baumer.it usa i cookies per il login, la navigazione e altre funzioni di tracciamento. Accetta per consentire i cookies.